News & Politics

sbarbesta
0 Views · 1 year ago

▷ AIUTA L'INFORMAZIONE LIBERA, SOSTIENICI: https://donazioni.radioradio.it/

Una nuova escalation nel conflitto tra Russia e Ucraina. Oggi, il presidente Vladimir Putin nel suo discorso alla tv ha dichiarato una mobilitazione parziale in Russia, con il richiamo di 300mila militari riservisti. "Nella sua aggressiva politica anti-russa, l'Occidente ha superato ogni limite", ha detto Putin ribadendo che userà tutti i mezzi a sua disposizione. Il discorso ha suscitato subito le reazioni dei leader occidentali. Joe Biden ha commentato le dichiarazioni di Putin come "minacce nucleari spericolate e irresponsabili". Anche all'interno della Russia le reazioni sono state forti: sono più di 500 le persone fermate alle manifestazioni contro la mobilitazione parziale che si sono svolte in diverse città del Paese.

Il fotoreporter Giorgio Bianchi - documentarista degli orrori del Donbass e candidato con la lista "Italia Sovrana e Popolare" - ha così commentato gli ultimi sviluppi: "Quello che sta succedendo era stato ampiamente previsto, soprattutto alla luce delle ultime controffensive (che io ho definito controffensive-farsa) che servivano a far scrivere qualcosa sui giornali occidentali e a dare il senso che la vendita delle armi possa avere un qualche tipo di risultato strategico - cosa che di fatto non ha - e un minimo di risultato tattico, ma con il rischio gigantesco che poi quelle truppe vengano accerchiate e massacrate".

▷ ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE: https://bit.ly/2MeYWI7
▷ ULTERIORI APPROFONDIMENTI SU: https://www.radioradio.it/

"Dobbiamo tenere presente che noi in Ucraina abbiamo un fronte lungo circa 1000 km. È chiaro che da parte russa non è facile gestire un fronte così lungo: è possibile che ci siano errori da parte delle intelligence militari e ci siano delle falle. Il richiamo dei riservisti, l'1% circa, serve soprattutto a consolidare i territori già conquistati ma chiaramente è un segnale che Putin sta cedendo ai falchi e che a breve possa slegare le mani ai generali per chiudere la partita e mettere in sicurezza, dal loro punto di vista, le repubbliche autoproclamante e fare questo referendum. A quel punto tutti i territori delle repubbliche autoproclamate verrebbero posti sotto l'ombrello protettivo (anche nucleare) della Federazione Russa e lì sarebbero problemi giganteschi. Soprattutto per via degli imbelli Governi europei che continuano a gettare benzina sul fuoco non capendo che i russi non stanno affatto scherzando e che per loro questa è una situazione vitale. Io i russi un po' li conosco e c'è un momento, quando diventano seri, in cui vanno presi con estrema attenzione: questo è il momento. Soprattutto se si ha a cuore una generazione di giovani ucraini che stanno per essere massacrati per delle logiche di potere che vanno ben aldilà di quelli che sono i loro interessi nazionali".

"Noi in questa situazione stiamo avendo solato dei contraccolpi mostruosi. Io sto girando l'Italia e la situazione è veramente catastrofica. La campagna elettorale è anestetizzata: si parla della qualunque e i leader fantoccio delle principali formazioni politiche parlano di tutto fuorché della guerra. Non tener conto di quest'aspetto, che è epocale, significa porre il paese di fronte a un rischio quasi sistemico. La guerra di questo passo rischia di durare parecchio tempo e noi non siamo in grado con il debito pubblico che ci ritroviamo di far fronte a una guerra prolungata".

"Questo sta sfatando anche l'ultimo tabù cioè la privatizzazione dei settori strategici, che è stata una follia. Tra l'altro portata avanti dallo stesso Draghi che oggi cercano di ripropinarci in tutti i modi. Draghi è un meccanico del sistema, secondo le logiche anglosassoni però, quando le logiche anglosassoni non funzionano chiamano questi personaggi per riparlarlo. Il problema qui non è riparare la caldaia ma è il fatto che la caldaia sta per esplodere e va sostituita. È evidente che quella logica di privatizzazione ha fatto solo gli interessi dei grandi potentati finanziari. Noi vediamo che i paesi veramente sovrani sono gli unici che si stanno smarcando da questa situazione catastrofica. Qui da noi oramai è un colabrodo che fa acqua da tutte le parti. L'aristocrazia industriale oramai si è smarcata da quello che è l'interesse nazionale. Abbiamo al potere dei fantocci che prima di andare a occupare i loro scranni vanno a inginocchiarsi davanti all'imperatore e sinceramente, in una condizione del genere, il miglior risultato che ti può capitare è il collasso del blocco cardanico del sistema produttivo".

sbarbesta
1 Views · 1 year ago

▷ AIUTA L'INFORMAZIONE LIBERA, SOSTIENICI: https://donazioni.radioradio.it/

Montano le polemiche rispetto al #reintegro anticipato del personale medico, sanitario e amministrativo nelle rispettive strutture sanitarie. Monta la polemica su un fatto che non ha senso perché si trattava appunto di anticipare di qualche settimana il reintegro, perché la norma era chiara, a meno che qualcuno non volesse procrastinare ulteriormente questa sospensione, questa messa al bando di chi ha osato non chinare il capo.

▷ ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE: https://bit.ly/2MeYWI7
▷ ULTERIORI APPROFONDIMENTI SU: https://www.radioradio.it/

Ecco, allora si mischiano tante cose. Si mischia, per esempio, magari la volontà di fargliela pagare a coloro che, sani, oggi devono rimanere così a bordo campo. Devono rimanere in una specie di #ghetto, in una specie di #confino culturale e professionale. Perché non hanno accettato quello che gli altri hanno accettato. Perché c'era la norma, non perché fosse giusto oppure no, perché c'era una norma che li obbligava e quindi qualcuno non ha abbassato il capo. E quindi per questo, perché si è dimostrato un rompicoglioni, deve essere punito ancora. Allora sento parlare di adesivi, di spillette, di ulteriore etichettamento perché la gente deve sapere, il cittadino deve sapere se il medico che lo prenderà in cura nel recente passato era un #medico #Novax, un medico che non si è #vaccinato. Ecco, questa cosa rientra sempre nella ghettizzazione, nella discriminazione di cui era intrisa la normativa precedente, la stagione precedente. Poi ci sono quelli che dicono: "Allora se voi non vi mettete la spilletta con su scritto 'io non mi sono vaccinato', allora ce la mettiamo noi una bella spilla grande per dire 'io mi sono vaccinato'". Come dire "io sono la #scienza, io sono la #medicina, io sono colui che vi dà le garanzie". Magari sarebbe anche meglio avere un asterisco con su scritto "Sì, ma sono sempre io quello che è finanziato dalle grandi #multinazionali del #farmaco", "Sono sempre io ad avere dei conflitti di interesse".

No, questo il cittadino non lo deve sapere. Deve invece sapere che il medico Pinco Pallino, Tizio o Caio, si è vaccinato, si è vaccinato e quindi è più bravo degli altri e più medico degli altri. Allora non vorrei che qui un altro cortocircuito fosse del tipo: "Cari signori, io non mi sono vaccinato. A dispetto di quello che dicevate voi, sono rientrato in corsia, sono sano, non mi sono vaccinato, non mi sono ammalato e non sono finito in #terapia intensiva e soprattutto non sono morto, a dispetto di quello che voi dicevate. Io sono la prova vivente che la vostra narrazione era una narrazione fallace. Io rientro in corsia e posso testimoniare quello che mi è accaduto e lo faccio da medico". Hanno paura della testimonianza di quei medici che non si sono vaccinati, avevano posto delle critiche rispetto al #vaccino su cui era partita la campagna di vaccinazione obbligatoria e oggi possono dire la loro. La possono dire in termini scientifici, perché loro sono la prova vivente che la narrazione dei colleghi col camice bianco era una narrazione fallace. Era parte di una #propaganda.

Ecco perché li vogliono tenere fuori dal contatto con le persone. Perché non vogliono che costoro, che ripeto non si erano vaccinati, possano raccontare, possano testimoniare, possano dire che cosa è successo loro, perché questo caratterizza la medicina, la medicina è il confronto di punti di vista, di tesi, di studi e di esperienza. Ecco, il confronto che manca oggi, evidentemente hanno paura, è il confronto delle esperienze e il confronto delle tesi. Ecco perché non vogliono reintegrare pienamente queste persone. Ed ecco perché, secondo me, sbaglia il ministro della #Salute quando dice "ma io delego ai dirigenti sanitari, dove li vorranno mettere a me sta bene". No, perché se dobbiamo poi assistere ad un'ulteriore discriminazione, perché li reintegri, ma poi li metti a pulire i bagni (lo dico per esagerare) è un'ulteriore ghettizzazione. Allora invece deve dire che il reintegro effettivo, tornano nel luogo di lavoro con le mansioni di prima e e se ci arrivano delle segnalazioni di ulteriori discriminazioni, io mando gli ispettori. Questo deve fare e deve dire il ministro. E soprattutto ci deve dire che cosa intendano fare rispetto alle multe, alle sanzioni per chi over 50 non si è vaccinato. Aspettiamo vere e serie risposte.

sbarbesta
1 Views · 1 year ago

▷ AIUTA L'INFORMAZIONE LIBERA, SOSTIENICI: https://donazioni.radioradio.it/

"Porti chiusi/#porti aperti. La chiusura è sorda, l'apertura è cieca. Questa è oggi nel suo insieme l'Europa. Proviamo a ragionare diversamente, dando un segnale concreto: azzeramento del #debito dei paesi africani".
La guerra ideologica ormai ingaggiata sui migranti sfocia così nella 'terza via' del Prof. Paolo #Becchi. I rapporti diplomatici tra Italia e Francia ormai gravemente compromessi, hanno però evidenziato una mancanza di soluzioni che va ormai avanti da anni, e che anzi poteva essere aggravata se i paesi nordeuropei avessero ascoltato l'appello dell'#Eliseo volto a isolare l'Italia.
Così non è stato, ma resta il vuoto di #soluzioni.

▷ ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE: https://bit.ly/2MeYWI7
▷ ULTERIORI APPROFONDIMENTI SU: https://www.radioradio.it/

"Il franco viene adoperato in meno Stati ora rispetto a prima, ma ancora c'è e questo fa gli interessi dei francesi, non quello di quelle popolazioni. Il punto è controllare i flussi ed evitare che diventino anarchici: un modo è creare le condizioni di vita per cui si decide di non scappare".
Sentite la Proposta del prof. Becchi ai microfoni di Stefano Molinari.

sbarbesta
1 Views · 1 year ago

▷ AIUTA L'INFORMAZIONE LIBERA, SOSTIENICI: https://donazioni.radioradio.it/

▷ COMPILA IL QUESTIONARIO, ASCOLTA LA TUA VOGLIA DI ESPRIMERTI: http://q.opinioni.net/access/r....adioradio.php?prov=s

#Caroprezzi, una #guerra apparentemente infinita, le #elezionidimid-term negli #StatiUniti, l’#Europa in ginocchio. Sono solo alcuni degli eventi che più stanno mettendo a repentaglio l’equilibrio geopolitico attuale. E secondo il Dott. #AlessandroMeluzzi, qualcosa è destinato a cambiare per sempre: “La partita adesso è in atto: questo sistema del ‘novo ordo seclorum’, che sta stampato sul c*lo del one dollar con la piramide e l’occhio, vacilla, attenzione cari uomini del potere. #Cina, #Russia, #India, #Africa, #Messico e #Brasile ci hanno messo una zeppa dentro con il #BRICS e con tutto il resto. Per cui i casini sono solo all’inizio, e chi per il momento deve pagare il prezzo, come al tempo della #pacediWestfalia, sono i poveri europei. #Draghi ha dovuto accelerare, pensava che la crisi sarebbe arrivata a marzo e si è tolto di mezzo prima, invece hanno sbagliato i conti: la catastrofe sta arrivando adesso, per cui si ritrovano ancora col cerino in mano. Loro devono accelerare, scateneranno la guerra mondiale perché altrimenti gli scapperà di mano il dollar. Non possono frenare, sono come un vagone lanciato a 1000 all’ora in una galleria”.

▷ ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE: https://bit.ly/2MeYWI7
▷ ULTERIORI APPROFONDIMENTI SU: https://www.radioradio.it/

Così anche il Prof. #AlbertoContri: “Le ultime notizie dicono che l’eterogenesi dei fini sta galoppando: Russia, India e Cina stanno valutando di costruire – insieme ai BRICS – una moneta fondata sull’oro. Negli ultimi anni, chi sono i Paesi che hanno comprato più oro? L’India, la Cina e la Russia, quindi questo potrebbe essere un momento di grande #rivoluzione. Ma la seconda notiziola è che l’#ArabiaSaudita – da sempre amica e prona agli Stati Uniti, ha investito un sacco di soldi in società russe del petrolio e ha annunciato che cederà meno petrolio agli Stati Uniti e di più alla Russia. Questo cambio di fronte degli sceicchi è molto interessante“.

sbarbesta
3 Views · 1 year ago

Quello che è accaduto negli ultimi mesi lo abbiamo visto tutti, come tutti conosciamo la storia del #Britannia (vedi privatizzazioni e derivati) e tutti gli incarichi nel privato - poi nel pubblico - che hanno fatto di Mario #Draghi ciò che è oggi: "un ottimo affarista", diremmo senza scomodare Cossiga.
Per qualcuno è anche altro oltre questo, tra cui "miglior statista dell'anno", come recita il premio ritirato a New York nella giornata di ieri. Tante le prosopopee dedicate all'ex governatore BCE, dal Ceo di #Blackstone come riporta Repubblica, al 99enne Henry #Kissinger, di cui pure la storia è nota e non ha bisogno di presentazioni.

▷ ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE: https://bit.ly/2MeYWI7
▷ ULTERIORI APPROFONDIMENTI SU: https://www.radioradio.it/

Una storia che è evidentemente simile e paragonabile a quella del premier uscente, mossa magari dagli stessi propositi. Probabilmente è anche per questo che ad un certo punto l'ex segretario di Stato ha voluto fare il suo de profundis pubblicamente, lodando Draghi "per la sua credibilità, visione e leadership" oltre che per la sua "capacità di analisi e il suo coraggio". Poi una battuta dal tono semi-serio: "Ogni volta che si è ritirato è sempre stata una pausa, mai un ritiro permanente".
Agli elogi magniloqui di Kissinger si sono accompagnati grandi sforzi d'inchiostro il giorno dopo: sulle prime pagine il premier fa sfoggio del trofeo biforcuto, accompagnato da parole altisonanti: "Con te il mondo ha fiducia nell'Italia", si legge.

Non la pensava così il già citato Francesco #Cossiga, come il suo 'allievo' storico Alessandro #Meluzzi: "Mi stupisce questa quiescenza totale all'autodistruzione degli italiani", commenta", ma certo non possiamo dimenticare che Kissinger, quando incontrò Moro - che voleva fare un governo di unità nazionale e stampare moneta - lo allertò: 'Caro dottor Moro, lo sa che lei sta rischiando molto?"

L'analisi di Alessandro Meluzzi e Fabio Duranti a 'Un Giorno Speciale'.

sbarbesta
0 Views · 1 year ago

▷ AIUTA L'INFORMAZIONE LIBERA, SOSTIENICI: https://donazioni.radioradio.it/

"Da secoli i Paesi occidentali affermano di portare #libertà e #democrazia alle altre Nazioni. È esattamente il contrario: invece della democrazia [portano] #repressione e sfruttamento; invece della libertà [portano] #schiavitù e violenza. L’intero #ordinemondialeunipolare è intrinsecamente antidemocratico e non libero, è ingannevole ed ipocrita in tutto e per tutto [...] Gli #StatiUniti sono l’unico Paese al mondo ad aver usato due volte le #arminucleari, distruggendo le città giapponesi di #Hiroshima e #Nagasaki. Tra l’altro, creando un precedente [...] Lasciate che vi ricordi anche che gli Stati Uniti, insieme agli inglesi, durante la #SecondaGuerraMondiale hanno ridotto in rovina #Dresda, #Amburgo, #Colonia e molte altre città tedesche senza alcun obiettivo militare. Ed è stato fatto in modo dimostrativo, senza, ripeto, obiettivi militari. C’era un solo obiettivo: proprio come nel caso dei bombardamenti nucleari in #Giappone, intimidire sia il nostro Paese che il mondo intero [...]".

"#Washington sta chiedendo sempre più sanzioni contro la #Russia e la maggior parte dei politici europei obbedisce servilmente. Capiscono chiaramente che gli Stati Uniti, spingendo l’#UE ad abbandonare completamente l’#energia e le altre risorse russe, stanno praticamente deindustrializzando l’#Europa e si stanno impadronendo completamente del #mercatoeuropeo – capiscono tutto, queste élite europee, capiscono tutto, ma preferiscono servire gli interessi degli altri. Questo non è più servilismo, ma un tradimento diretto dei loro popoli. Ma Dio li benedica, sono affari loro".

▷ ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE: https://bit.ly/2MeYWI7
▷ ULTERIORI APPROFONDIMENTI SU: https://www.radioradio.it/

Il discorso di #Putin: l'analisi

Queste sono solo alcune delle frasi pronunciate da Vladimir Putin durante l'intervento in cui ha ufficializzato l'#annessione delle regioni del #Donbass. Un discorso di ampio respiro, di cui i media occidentali hanno riportato perlopiù solo una parte, quella relativa appunto alle modifiche territoriali. #MargheritaFurlan, di casadelsole.tv, scava nelle parole del #Presidenterusso: "È un discorso fortissimo, che vale la pensa ascoltare e confrontare con quelli pronunciati dai nostri leader. È importante perché noi siamo in guerra contro la Federazione russa, quindi vale la pensa ascoltare quello che ha da dire il leader di questo grande Paese. È un discorso molto forte che, secondo me, rappresenta un cambio di paradigma in tutti i sensi, dalla #politica, alla #diplomazia. Vengono inseriti dei temi spirituali (e noi non siamo abituati), per la prima volta si fa riferimento alla guerra di religione tra popoli diversi. Dobbiamo accettare che siamo in #guerra, Putin ce lo sta dicendo. Poi, che non sia una guerra combattuta ancora con missili va bene, ma ci sta mandando un monito: 'State attenti a come vi comportate perché io sono pronto a lanciare qualsiasi cosa'".

"La parte interessante del discorso è quella in cui per la prima volta c'è un'accusa verso una civiltà differente da quella russa. E poi c'è un'altra cosa interessante: Putin non parla solo a noi, avvisa noi ma anche il suo popolo, dicendo 'noi difenderemo la nostra terra con tutte le nostre forze', quindi ancora una volta la Russia sta sulla difensiva e dice 'è colpa vostra se vi siete comportati così, se avete avvicinato la #NATO troppo ai nostri confini, noi adesso ci stiamo difendendo e difenderemo il nostro popolo, questa è la grande missione di liberazione del nostro #popolo'. E avverte anche le élite del suo popolo che, negli anni Novanta e insieme a #Eltsin, hanno contribuito a svendere la Russia. Li sta avvertendo che adesso cambierà anche la politica nei loro confronti, non accettando più che i capitali degli #oligarchi siano all'estero. E infatti, tra il pubblico, le facce non erano tutte felici. Tutto questo da noi non si è detto, si è detto solo che era un discorso sull'annessione delle regioni nuove, quando era un discorso di una portata molto più vasta, internazionale".

sbarbesta
2 Views · 1 year ago

▷ AIUTA L'INFORMAZIONE LIBERA, SOSTIENICI: https://donazioni.radioradio.it/

C'è una ragione psicologica e culturale dietro le #festività. Traducendo, esiste un motivo perché il 2 novembre celebriamo i morti e il 25 dicembre il Natale (o qualsivoglia festa di altre culture). "Abbiamo un ritmo che non dipende dalla settimana lavorativa. Un ritmo strano, misterioso, ma probabilmente il 28 lunare diviso per quattro. Il tempo (dal greco 'temno', cioè 'dividere) ha bisogno di una scansione. Una scansione fatta in parte dalla natura, in parte della #cultura; infatti non c'è civiltà dal Neolitico in avanti che non abbia creato una sacralizzazione del #tempo. Sacro e tempo hanno a che vedere con i calendari, le stagioni, le feste, la cultura".

▷ ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE: https://bit.ly/2MeYWI7
▷ ULTERIORI APPROFONDIMENTI SU: https://www.radioradio.it/

"Quella cristiana ad esempio ha dovuto attingere ai calendari giuliani, che celebravano la festa del Sol Invictus a Natale. E' il punto della stagione in cui le giornate cessano di accorciarsi e cominciano a allungarsi. Non ci dobbiamo stupire di questa sacralizzazione del tempo, che è assolutamente normale". La differenza, per il Prof. #Meluzzi la fa una tendenza moderna: "Questi globalisti pensano bene di trasformare il nostro calendario con delle festività ideologiche. Un po' come i rivoluzionari giacobini, costruiscono a tavolino finte liturgie con delle finalità ben precise"

Approfondiamo a 'Un Giorno Speciale'.

sbarbesta
3 Views · 1 year ago

▷ AIUTA L'INFORMAZIONE LIBERA, SOSTIENICI: https://donazioni.radioradio.it/

La ormai quasi certa salita di #GiorgiaMeloni a #PalazzoChigi fa discutere. A destare scetticismo, in particolare, la fiducia riposta dalla leader di #FratellidItalia in alcuni personaggi, candidati a ricoprire ruoli di primo piano nel prossimo #Governo. Si è molto parlato della possibilità di #LiciaRonzulli al #MinisterodellaSanità o dell'#Istruzione, adesso è la volta della probabile conferma di #RobertoCingolani alla #TransizioneEcologica. Scenari che fanno inorridire chi, in queste #elezioni, aveva visto lo spiraglio di un cambiamento radicale. Tra questi, il Professor #AlessandroMeluzzi.

#GovernoMeloni: delusione e amaro in bocca
"Siamo in una situazione tragica, nella quale nessuno si occupa delle cose, in cui vengono veicolate solo mistificazioni e imbrogli. E questo appare l'esito inesorabile di un ulteriore esito dell'esito ancora più inesorabile, che è l'applicazione di un Agenda che nessuno sembra ormai poter arrestare né rallentare e che prevede digitalizzazione, #vaccini, repressione della #libertà: sembra di leggere l'#AgendadiDavos applicata punto per punto, senza che nulla possa minimamente rallentarla, compresa l'elezione di Giorgia Meloni, evidentemente votata da un qualche milioni di italiani speranzosi di cambiamento, che oggi scoprono che il #MinistrodellEconomia sarà #Panetta e quello della Transizione Ecologica Cingolani, uno che vuole un pianeta abitato da 3 miliardi di persone. Abbiamo quindi la sensazione di una dimensione di impotenza che rende persino difficile stare qui a parlare. Ho la sensazione che Giorgia Meloni stia scoprendo una cosa che #Nenni descrisse in maniera mirabile durante il primo Governo di #Centrosinistra: che la stanza dei bottoni del Governo semplicemente non esiste perché i bottoni sono da un'altra parte".

▷ ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE: https://bit.ly/2MeYWI7
▷ ULTERIORI APPROFONDIMENTI SU: https://www.radioradio.it/

"Siamo diretti verso un disastro non solo nazionale"
"Ricordiamoci che siamo in un passaggio nel quale in #Brasile (Paese dei #BRICS) sono stati fatti brogli elettorali talmente grandi che hanno mandato al ballottaggio #Bolsonaro, che aveva stravinto, e chissà cosa succederà al secondo turno, quali imbrogli riusciranno a fare; scopriamo che #Zelensky, il guitto guerrafondaio di #Kiev, è candidato al #PremioNobel per la #pace, in ballottaggio con #GretaThunberg; scopriamo che il debito complessivo degli #StatiUniti ha raggiunto i 3 trilioni di dollari; scopriamo che una fittizia rivoluzione arancione viene finanziata in Iran per mettere in difficoltà il certamente non simpatico regime degli #Ayatollah, totalmente eterodiretta dall'estero; scopriamo che stanno presentando la quinta, la sesta, la settimana, l'ottava dose di vaccini, che tra l'altro producono giorno dopo giorno effetti devastanti sulla salute; scopriamo che una miliardaria omosessuale o bisessuale, nata in #Svizzera, eroina di una #Sinistra miliardaria, deve diventare il Segretario di quello che fu il partito della Sinistra; e poi alla fine scopriamo che il #PartitoPopolareEuropeo impone il disciplinato #Tajani come #MinistrodegliEsteri; scopriamo che questo Governo sarà quel che sarà; scopriamo che la Meloni ha già incontrato Cingolani per confermarlo. Allora non so che dire: il mio senso di sconfitta e disperazione costringerebbe non a spararmi, ma semplicemente a raccogliermi in preghiera perché mi pare che siamo diretti serenamente verso un disastro e una catastrofe non solo nazionale, verso un esito che si annuncia tragico almeno per noi, non per le élite che stanno alacremente lavorando per ripristinare un potere assoluto. Ci troviamo in un passaggio storico in cui l'irrilevanza delle persone raggiunge dei livelli che io non saprei definire se non come angoscianti".

sbarbesta
1 Views · 1 year ago

▷ AIUTA L'INFORMAZIONE LIBERA, SOSTIENICI: https://donazioni.radioradio.it/

#Brindisi, 14enne muore improvvisamente. La giovane era affetta da #Covid ma si era sottoposta ad una triplice vaccinazione. La notizia drammatica sembra riportare alla mente la tragica vicenda di Camilla #Canepa, studentessa morta a 18 anni all’ospedale San Martino di Genova.

▷ ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE: https://bit.ly/2MeYWI7
▷ ULTERIORI APPROFONDIMENTI SU: https://www.radioradio.it/

A differenza della morte della giovane di Sestri di Levante, nel caso del nuovo tragico decesso dell'adolescente pugliese i #giornali sembrano delineare un quadro diverso. Se per Camilla Canepa erano state immediatamente messe a tacere possibili legami con la recente somministrazione vaccinale ed evidenziate patologie precedenti, per il decesso della 14enne di Brindisi le notizie giornalistiche sembrano aprire ad interrogativi drammatici.

Nessun legame diretto, nessuna correlazione ma articoli stampa appaiono, in tale caso, sottolineare in maniera chiara, se pur in secondo piano rispetto alla titolazione principale, la triplice vaccinazione della giovane. Si delinea una prima crepa nel sistema della comunicazione o un nuovo clima rispetto ad argomenti tabù? Il prof. Alberto #Contri, esperto di comunicazione, analizza il nuovo clima mediatico che sembra delinearsi all'orizzonte.

sbarbesta
3 Views · 1 year ago

“Sappiamo che due dosi di vaccino offrono una protezione estremamente limitata, forse nessuna. Le tre dosi con un richiamo offrono una protezione ragionevole contro l’ospedalizzazione e il decesso ma meno protezione contro l’infezione. Ora stiamo lavorando a una nuova versione dei vaccini, la v1.1. diciamo, che coprirà anche #Omicron, e ovviamente stiamo aspettando di avere risultati finali. Il vaccino sarà pronto a marzo”. Era il 10 Gennaio quando #AlbertBourla, CEO di #Pfizer, affermava la quasi inutilità delle prime due dosi. Il resto lo conosciamo: milioni di vaccini inutilizzati, sieri obsoleti, medicinali a cui vengono riclassificate le scadenze. E intanto si parla di una quarta dose obbligatoria per certe categorie di lavoratori. Poi arriverà il momento della quinta, della sesta...

“Questi dicono tutto e il contrario di tutto, sono impressionato che persone di un ceto culturale elevato si bevano come se nulla fosse queste cose. Poi magari adesso scopri che ci sono persone con tre dosi che hanno avuto il #Covid e dei problemi anche significativi molto più forti di quelli avuti da chi non era vaccinato. E allora cominci ad avere dei dubbi. Eppure, il martellamento è stato molto forte. Ultimamente, durante un convegno, ho fatto una domanda ai presenti: come possono i tre grandi fondi di investimento che controllano la finanza di tutto il mondo accettare che un’entità come l’#Unioneeuropea (che è somma di Nazioni) vada in rovina? Un esperto allora mi ha risposto che all’interno dell’Ue stanno discutendo tra di loro proprio per questo”, sostiene #AlbertoContri, Docente di Comunicazione Sociale.

▷ ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE: https://bit.ly/2MeYWI7
▷ ULTERIORI APPROFONDIMENTI SU: https://www.radioradio.it/

E mentre a Bruxelles discutono, dall’altra parte dell’Oceano qualcuno non riesce proprio a evitare gaffe. “Il 94% degli americani è contrario alla ricandidatura di #JoeBiden, io lo capisco: qualche giorno fa aveva il foglio davanti e ha letto anche la nota. Noi abbiamo alla guida del Paese più potente del mondo un poveraccio che fa una cosa del genere, ci rendiamo conto che quello potrebbe schiacciare anche il pulsante delle armi atomiche?”. Di fronte a tutto questo, Contri non ha dubbi: “Tutti dobbiamo capire che la resistenza è resistenza, quindi ognuno di noi dovrebbe assumersi la responsabilità di comunicare ad altri la verità che trapela da questi discorsi”.

sbarbesta
2 Views · 1 year ago

▷ AIUTA L'INFORMAZIONE LIBERA, SOSTIENICI: https://donazioni.radioradio.it/

La #giustizia è concetto caro all'uomo ma le sue declinazioni possono essere molteplici e diverse. L'uguaglianza e il merito sembrano, in tal senso, i due poli di una corretta riflessione sul senso del giusto nella vita quotidiana e nella #storia dell' #umanità.

Che cosa significa effettivamente una #società giusta? Le doti dei singoli appaiono rischiare di essere perdute nel concetto di #conformismo, degenerazione della visione ugualitaria, così come la necessità di ridurre le uguaglianza può essere sacrificata erroneamente per favorire i più fortunati.

▷ ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE: https://bit.ly/2MeYWI7
▷ ULTERIORI APPROFONDIMENTI SU: https://www.radioradio.it/

Il prof. Alessandro #Meluzzi analizza il concetto di giustizia alla luce dei nuovi meccanismi di controllo degli #algoritmi e di una volontà di ridurre il pensiero ad una visione univoca. Il rischio, secondo Meluzzi, è quello di arrivare ad un impoverimento complessivo dell'essena della vita.

sbarbesta
2 Views · 1 year ago

QUI IL LINK ALLO STUDIO: https://www.radioradio.it/2022..../11/frajese-origine-

"A febbraio 2020, dai campioni di sangue dei #pazienti oncologici che venivano dalla zona di Milano, il 50% dei campioni aveva gli #anticorpi ed era #asintomatico".
Una verità che abbiamo sentito sporadicamente nell'ultimo anno, quasi data per scontata, ma lasciata da parte senza produrre delle domande che cambiano l'intera storia della pandemia per come la conosciamo. Una verità pubblicata sul Tumori Journal in un articolo dal titolo "Unexpected detection of SARS-CoV-2 antibodies in the prepandemic period in Italy" secondo il quale si evince che la Sars-CoV-2 era presente in Italia da agosto 2019. L'articolo risale al Novembre 2020, ma non ha avuto il risalto mediatico che forse i redattori si aspettavano.

▷ ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE: https://bit.ly/2MeYWI7
▷ ULTERIORI APPROFONDIMENTI SU: https://www.radioradio.it/

"Una volta che viene pubblicato un dato di questo tipo e che viene messo nero su bianco che il covid è iniziato da ben più di sei mesi prima rispetto a ciò che pensavamo, dovrebbe saltare in aria tutta la storia di #Wuhan e del cluster che c'è stato lì". E' la conclusione del Prof. Vanni #Frajese, endocrinologo e docente all'Università degli studi Foro Italico; conclusione che, tra l'altro, "apre a delle domande inquietanti, perché se era presente in maniera così importante in modo asintomatico da ben prima di marzo 2020, cos'è successo realmente a #Bergamo? Perché ci sono stati tutti quei morti?
E' più di un anno che quest'articolo è stato pubblicato, non è stato rilanciato e se fosse stato fatto le domande emerse sarebbero state micidiali".

Decine di messaggi e mail sono arrivati alla nostra redazione dopo l'intervento del professore, riportando di infezioni e sintomi mai visti prima nel periodo incriminato. Testimonianze che non sono studi scientifici, ma esperienze di prossimità che non possono non essere prese in considerazione in presenza di uno studio che mette alla berlina tutto ciò che sappiamo del coronavirus e che è stato propalato dagli organi di stampa mainstream.
Il commento a 'Un Giorno Speciale'.

sbarbesta
4 Views · 1 year ago

▷ AIUTA L'INFORMAZIONE LIBERA, SOSTIENICI: https://donazioni.radioradio.it/

▷ COMPILA IL QUESTIONARIO, ASCOLTA LA TUA VOGLIA DI ESPRIMERTI: http://q.opinioni.net/access/r....adioradio.php?prov=s

#Caroenergia. La domanda di fondo non è soltanto come pensi di risolvere il problema, la domanda di fondo è molto più imbarazzante (per gli altri): davvero possiamo permetterci di fare a meno del #gas russo? Io penso che la risposta non possa che essere negativa.

Non possiamo fare a meno del gas russo perché per decenni ci siamo alimentati, ci siamo approvvigionati, del gas russo (tra l'altro a prezzi convenienti). Non è una situazione di oggi, è una situazione creata nel corso del tempo e quindi di blocco non puoi pensare di far venire meno questo gas. Lo sa benissimo anche #Putin, che utilizza in termini strategici questa dipendenza, però noi abbiamo costruito un opzione di dipendenza energetica e quindi non puoi pensare dall'oggi al domani di far mancare agli #italiani questo gas, altrimenti succede quello che stiamo vedendo: non puoi avere il 100% del volume totale di gas e ti devi sforzare di inventare altre fonti. Poi magari queste altre fonti, al di là del paese e dell'accordo tanto sbandierato, nascondono nell'azionariato ancora una volta pezzi che arrivano dalla #Russia quindi un'azionariato che comunque richiama al famoso cattivo con cui non dobbiamo fare affari.

▷ ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE: https://bit.ly/2MeYWI7
▷ ULTERIORI APPROFONDIMENTI SU: https://www.radioradio.it/

Verrebbe anche da dire che noi stiamo pagando prezzi di scelte sbagliate che ci sono state imposte, perché il discorso della #Libia non può non farci venire in mente le responsabilità di una #guerra che è stata combattuta li, di pressing che sono arrivati, di scelte che sono state compiute anche ai danni degli italiani. Però neanche questo si può dire eppure anche lì l'intervento, diciamo di altre potenze, lo abbiamo dovuto subire e prima o poi bisognerà fare il conto degli errori che sono stati commessi e delle #politiche energetiche che oggi ti tengono al gancio.

Quindi io lo dico: non sono disposto a fare a meno del gas russo. Perché? Perché noi, da qui ai prossimi mesi, non sapremo come la curva dei #prezzi dell'#energia schizzerà e se un #imprenditore o una #famiglia non riesce a programmare neanche la voce dell'energia smette di fare #impresa. A luglio sono arrivate delle #bollette che sono di un importo inferiore rispetto a quelle che arriveranno relative al mese di agosto. Molto probabilmente quelle del mese di agosto saranno del +20% rispetto a quelle di luglio e come saranno quelle di settembre? E quelle di ottobre? Saranno forse ancora più care e quindi l'#imprenditore e le famiglie non possono avere una contabilità cosi aleatoria, non possono non sapere quanti #soldi devono mettere da parte per pagare le bollette.

La Pietra di Paragone

CONTINUA SU: https://www.radioradio.it/2022/09/perche-non-faccio-a-meno-del-gas-russo/

sbarbesta
1 Views · 1 year ago

▷ AIUTA L'INFORMAZIONE LIBERA, SOSTIENICI: https://donazioni.radioradio.it/

Qual è il problema di fondo? Che sarebbe stata indentificata la #malattia Covid con il virus Sars Cov2: è stata sovrapposta “la causa con l’effetto, due concetti scientifici totalmente diversi“, in base cui “ogni soggetto rilevato positivo ad uno strumento in vitro” è diventato “automaticamente un malato di Covid”.
Il concetto espresso dall'avvocato Mauro #Sandri è ormai stato trattato in tutte le salse. Non lo era però in Consulta, davanti ai magistrati della #Corte Costituzionale.
Non è detto che la sentenza sulla legittimità degli obblighi emanati nel corso del governo #Draghi scomponga tutto l'apparato pandemico messo su nel tremendo biennio. Lo stesso Mauro Sandri non si è detto ottimista su tale sentenza, ma i giudici avrebbero "preso molti appunti" su quanto detto dal legale.

▷ ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE: https://bit.ly/2MeYWI7
▷ ULTERIORI APPROFONDIMENTI SU: https://www.radioradio.it/

Che è sostanzialmente quanto si rimprovera alle direttive di #Conte e Draghi, con tanto di ammissione della stessa Pfizer in europarlamento.
Proprio questo è quanto detto da Janine Small, rappresentante del colosso farmaceutico: il vaccino non è stato approvato per prevenire i contagi.
Questo cambia tutto, anche alla luce di una recente sentenza di un magistrato a L'Aquila che ha stabilito un risarcimento a una dipendente licenziata perché non vaccinata. Una sentenza che non fa giurisprudenza, ma su cui la #Consulta potrebbe riflettere per emettere il verdetto, atteso a breve.

“Siamo l’unico Paese al mondo che ha 23 milioni di asseriti malati di Covid che tali non sono“, ha spiegato davanti alla Corte Costituzionale l’avvocato.
Ecco l'intervento integrale.

sbarbesta
4 Views · 1 year ago

▷ AIUTA L'INFORMAZIONE LIBERA, SOSTIENICI: https://donazioni.radioradio.it/

Mai come dopo il 2020 la definizione #NoVax è stata più imprecisa e strumentalizzabile. Lo dice non solo il vocabolario, ma anche l'esperienza di prossimità: per chi abbia un minimo di memoria è un esercizio di stile ricordare chi fossero tali "No Vax" nel 2019 e in chi siano stati tramutati un anno dopo.
Partiamo dal significato che si è - erroneamente - sviluppato di recente: "No Vax" sarebbe, non solo secondo concezioni comuni ma anche secondo burocrazia, chiunque non sia in linea con l'ultima dose di vaccino. Traducendo: chi ad esempio avesse due dosi e poi avesse "fatto la malattia" fermandosi con le inoculazioni è, per molti #giornali e leggi antiquate, un No Vax. Come quei #sanitari che verranno riabilitati alla professione e che per qualcuno andrebbero addirittura marchiati.
Chissà che non lo abbiano pensato: "Quando mai dopo l'infezione si fa pure il richiamo?". Chiacchiere da bar? Non troppo. Non secondo quanto ci ha detto ad esempio il Prof. Francesco Broccolo, Docente di Microbiologia alla Milano Bicocca (non certo un No Vax).

▷ ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE: https://bit.ly/2MeYWI7
▷ ULTERIORI APPROFONDIMENTI SU: https://www.radioradio.it/

Eppure fiocca l'intolleranza e lo sdegno verso un rientro al lavoro che è la fine di un incubo per tanti. Nervi a fior di prima pagina verso i primi provvedimenti in materia di Sanità del Governo #Meloni: "L'imbarazzo per il rientro dei No Vax", titola Repubblica. A far da eco Tito #Boeri sul #serviziopubblico: “I medici no-vax hanno tante vite umane sulla loro coscienza. Tante vite umane che potevano essere salvate”. Silenzio assenso. Condanna senza appello a cui ci sarà probabilmente un seguito: ci sarà ancora da scrivere in questa "pagina orrenda di odio sociale".
Il commento di Fabio Duranti e Francesco #Borgonovo.

sbarbesta
4 Views · 1 year ago

▷ AIUTA L'INFORMAZIONE LIBERA, SOSTIENICI: https://donazioni.radioradio.it/

▷ COMPILA IL QUESTIONARIO, ASCOLTA LA TUA VOGLIA DI ESPRIMERTI: http://q.opinioni.net/access/r....adioradio.php?prov=s

È ormai iniziata la corsa contro il tempo per arrivare pronti alle #elezioni del #25 settembre: i #partiti dominanti non hanno le stesse preoccupazioni dei dissidenti, di quell’#opposizione che dal popolo nasce e che dello stesso vuole rivendicare il diritto ad esprimersi davvero. Questo è anche il caso di #MarioGallo, Segretario Nazionale di #Ancora Italia, che ha ben chiare le indicazioni “disattese dalla Costituzione”: tra il 12 e il 14 agosto si dovranno depositare i simboli, il 21 e il 22 agosto le liste dei candidati e ci sarà lo stop dei sondaggi dopo il 10 settembre. Perciò pochissimo tempo ma tanto su cui lavorare, una mossa alquanto disillusa.

“Rappresento l’#Italia sovrana e popolare. La questione si pone nei seguenti termini: questo è il colpo di coda finale di un sistema morente che ha approfittato delle sue ultime possibilità di tenersi in piedi indicendo queste elezioni il 25 settembre, ponendo l’obbligo e i termini per gli accordi delle firme con termine il 22 agosto”. Nel caso di Gallo si presenterà Italia sovrana e popolare: “È veramente complesso, è una sfida importante ma noi non ci sottrarremo. Da stasera saranno disponibili in tutte le città di Italia i banchetti per apporre la propria #firma. Noi dobbiamo piantare alberi sotto la cui ombra non ci siederemo probabilmente”.

▷ ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE: https://bit.ly/2MeYWI7
▷ ULTERIORI APPROFONDIMENTI SU: https://www.radioradio.it/

Mario Gallo è anche un avvocato che, di fronte a questa #burocrazia malamente ‘riordinata’, dove i fondamenti della democrazia vengono messi da parte a favore degli interessi dei soliti gruppi elitari, afferma a gran voce che “L’articolo 49 della #Costituzione sancisce chiaramente che bisogna garantire a tutti i cittadini associati che bisogna garantire a tutti i cittadini associati in partiti politici di poter concorrere alle elezioni per determinare la linea politica nazionale. Questo dettame costituzionale è stato disatteso, come tanti altri in questi ultimi due anni. La Costituzione va presa sulla nostre spalle“. E tutta quella facilitazione sul fronte digitale: smart working, #Greenpass portatili (chi più ne ha, più ne metta) non hanno dato il via anche a qualcosa di simile per aiutare i cittadini italiani ad esprimere un’opinione sul futuro del #Governo? “Da tutte le parti stanno (a detta loro) semplificando attraverso la tecnologia, perché non si è pensato di abolire tutto questo passaggio burocratico in questa fase e far firmare i sottoscrittori sotto la firma digitale? Penso che tutto questo sia voluto, le persone potrebbero firmare dal luogo in cui si trovano, i tempi sarebbero stati stretti ma si sarebbe data la possibilità concreta a chi avesse voluto partecipare di sottoscrivere le liste. L’intento è chiaro, è specifico: è quello di fare in modo che non riescano tutti a partecipare a questa competizione elettorale”.

sbarbesta
3 Views · 1 year ago

Sai cosa si intende per SOMMINISTRAZIONE?
Il Presidente di Valori spa Manuel Piscello lo spiega in un'interessante intervista su @radioradiotv. 🎙
In questo periodo particolare, in cui la #flessebilità può soddisfare le esigenze di #imprese e #lavoratori, affidarsi all'Agenzia di lavoro può fare la differenza!
Sono numerosi i #vantaggi per le aziende e Manuel Piscello ne sottolinea almeno 4️⃣:
la riduzione dei #costi per la ricerca del personale; la flessibilità nella gestione della forza #lavoro; l'esternalizzazione di fasi della #produzione; la rapida individuazione di profili qualificati.
Resta aggiornato sui nostri approfondimenti, le nostre offerte di lavoro e i servizi per le imprese.

👉🏻 iscriviti al nostro canale youtube https://bit.ly/3ierZvO
👩🏻‍💻 resta informato con la nostra pagina Facebook https://www.facebook.com/valorispa
🔎 visita il nostro sito internet https://valorispa.it/Home

sbarbesta
1 Views · 1 year ago

▷ AIUTA L'INFORMAZIONE LIBERA, SOSTIENICI: https://donazioni.radioradio.it/

Coloro che tra le obiezioni si aspettavano "chi si vaccina muore" e altre teorie discutibili a cui abbiamo assistito di recente, è rimasto deluso. Non si presta a strumentalizzazioni la relazione dell'avv. Mauro #Sandri davanti la #Corte Costituzionale, non ci saranno a ragione penne che parleranno di "no vax" e complottisti. Questo perché, come spiega in diretta il legale a 'Lavori in Corso', "ho posto la questione dal punto di vista strettamente scientifico".

▷ ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE: https://bit.ly/2MeYWI7
▷ ULTERIORI APPROFONDIMENTI SU: https://www.radioradio.it/

Passo indietro: oggi la Corte costituzionale si è espressa sulla legittimità dei decreti Draghi che hanno imposto l'obbligo vaccinale ai sanitari. Ha giudicato che è stato giusto mandare a casa dei lavoratori, vessarli, sospenderli. Questi, quindi, non verranno risarciti: l'impianto pandemico costruito era legittimo per lo Stato italiano. C'è stata confusione nelle ore passate in aula in seguito alla nomina di un giudice che aveva redatto alcuni di quei decreti, con tanto di "turn off" al microfono di Augusto Sinagra che aveva richiamato la corte all'imparzialità. Nessun complottismo però: "Questo obbligo è fondato non su un'imprecisione, ma su un'alterazione dei dati". C'è il dolo quindi secondo l'avvocato Sandri, non ottimista sul giudizio finale alla luce del rinvio richiesto oggi: "Ho chiesto il rinvio alla corte perché non distinguono tra malattia e agente virale. Tra Sars-Cov-2 e Covid. Quindi non sono in grado di decidere".
"Ho chiesto la nomina di un esperto. Ce lo hanno insegnato in prima elementare che non si mischiano le mele con le pere".

L'intervista da Stefano Molinari.

sbarbesta
2 Views · 1 year ago

QUI LA RASSEGNA INTEGRALE: https://bit.ly/3AxjofO

Loro non li ha uccisi il Covid, ma la disorganizzazione. Parliamo di oltre 4 mila persone che hanno perso la vita non per Covid ma per "effetti collaterali" al Covid. Nelle sole province di #Milano e Lodi queste persone hanno perso la vita nel 2020 per "possibili ritardi nell'accesso alle cure, nella diagnosi e nei trattamenti" di altre malattie. E' quanto già, per la verità, si sapeva e ora si evince nero su bianco dallo studio di centinaia di cartelle cliniche.
L'oggetto di studio è l'eccesso di #mortalità nel dato periodo di tempo. Tra Milano e Lodi nel 2020 i decessi sono stati 44.757 , quasi 12mila in più rispetto alla media dei 5 anni precedenti. La conclusione è che oggi, dopo due anni, possiamo dire senza essere accusati di complottismo o negazionismo che 4mila persone hanno perso la vita non per Covid, ma per carenze logistiche. E poco vale giustificare tutto con quanto la pandemia fosse inaspettata o dura.

▷ ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE: https://bit.ly/2MeYWI7
▷ ULTERIORI APPROFONDIMENTI SU: https://www.radioradio.it/

Secondo i medici dell'unità di epidemiologia dell'#Ats di Milano "le principali cause di decesso nel 2020 sono state le malattie dell'apparato cardiocircolatorio, seguite dalle neoplasie; le malattie infettive (Covid incluso) rappresentano la terza causa". Dato ribaltato rispetto agli anni precedenti, quando le neoplasie detenevano questo triste primato, seguite dalle malattie cardiocircolatorie.

Più precisamente, l'eccesso di mortalità comprende 8155 decessi registrati per Covid tra il milanese e il lodigiano, mentre 3265 sono da attribuire a cause non legate al virus. Gli aumenti più evidenti, secondo il Corriere (edizione di Milano), sono stati osservati per "polmoniti (30%), malattie del sistema respiratorio (24%), #malattie ipertensive (21%) ed endocrine (17%). Senza contare i decessi legati alle malattie del sistema nervoso: sono il 15% quelli concernenti il Parkinson, ma da questo punto di vista fa impressione l'impennata dei suicidi registrata da Ats: "L'aumento, anche se non statisticamente significativo, della mortalità per suicidio, è particolarmente suggestivo: l'età al decesso nel 2020 era stata di poco superiore ai precedenti: 59 anni".

sbarbesta
2 Views · 1 year ago

▷ AIUTA L'INFORMAZIONE LIBERA, SOSTIENICI: https://donazioni.radioradio.it/

Il 14 dicembre la #Commissione europea rivelerà la propria proposta per l'efficientamento energetico delle abitazioni, la direttiva punta a far si che entro il 2050 tutte le #abitazioni nell'unione europea siano a emissioni 0.
Per fare questo la commissione ha deciso una serie di interventi volti a bloccare #vendite e affitti di immobili con #classe energetica inferiore a una certa soglia: fino alla classe C entro il 2033 per le case indipendenti ed entro il 2040 per appartamenti in condominio.
L' 87% delle #case italiane ha classe D o inferiore, e l'investimento immobiliare è la principale fonte di investimento per gli italiani, quindi i proprietari dovranno spendere decine di migliaia di euro per le ristrutturazioni o saranno costretti ad abitare in una casa che avrà valore 0, che non potranno né vendere né affittare.

▷ ISCRIVITI AL NOSTRO CANALE YOUTUBE: https://bit.ly/2MeYWI7
▷ ULTERIORI APPROFONDIMENTI SU: https://www.radioradio.it/

L' #UE vuole quindi che vengano ristrutturate milioni di abitazioni senza poter contare sull'aiuto del 100% e altri bonus edilizi, limitati dalle ultime azioni del governo, per ordine della stessa unione europea. Vorrei un governo che andasse in Europa e spiegasse i nostri diritti. Ci troveremo in una realtà nella quale le banche internazionali, i fondi speculativi internazionali, verranno a comprare a prezzi di saldo le case degli italiani.

#MalvezziQuotidiani - L' #EconomiaUmanistica spiegata bene con #ValerioMalvezzi




Showing 4 out of 5